Armata Rossa in festa


Questa sera al Cva di Elce l'Armata Rossa festeggia i suoi 28 anni d'attività. Il gruppo storico della Curva Nord nato nel 1978 nei pressi del Cinema Turreno dalla fusione dei due gruppi ultras esistenti in precedenza (Venceremos e Fossa dei Grifoni) ha organizzato l'evento con grande perizia da più di un mese.
La festa cominicia alle 20 con la cena sociale (su prenotazione) e poi continua per tutta la notte con gruppi musicali dal vivo (ska e reggae) e dj set. Per l'occasione Sir Oliver Skardy dei Pitura Freska darà il via al proprio tour nazionale insieme ai veneziani Fahrenheit 451 (celebre il video del loro pezzo "Uccidiamo il chiaro di luna"). Al termine dei concerti live set con Blackwhite System Sound, Likkle Sista e Gang Bang (reggae dancehall rocksteady). Chiuderà la serata dj Mannapallas (70/80 e cartoon).

In alto la coregrafia dell'Armata Rossa realizzata in occasione dei suoi 25 anni, nella gara di Coppa Uefa contro il Dundee FC (foto di Lupalberto, da www.grifovunque.com).

4 commenti:

100tek ha detto...

Vorrei spendere due parole sulla serata di ieri al Cva di Rimbocchi (appena sotto Elce nuova): una bella serata, di quelle che danno una scossa in senso positivo alla città, che va a riaffermare il diritto dei giovani alla socializzazione, diritto messo in dubbio dalla condanna di un modus vivendi ricorrente tra i giovani di tutto il mondo, ma raramente compreso in Italia, Paese dove la classe politica è composta da ultraquarantenni se va bene, il più delle volte da ultracinquantenni. Una classe dirigente più giovane probabilmente saprebbe meglio comportarsi di fronte al bisogno di aggregazione dei giovani. E ce ne vorrebbero di più di queste serate, il cva stracolmo eppure nenache un accenno di tensione, il gruppo veneziano Fahrenheit 451 e Sir Oliver Skardy che suonano e si divertono visto il clima d'allegria, e che rimangono finanche dopo la fine del loro concerto.
Nella sala, gremita anche di gente comune e studenti universitari venuti a Perugia da un pò tutta la penisola, ogni tanto riecheggiano cori da stadio, e non c'è un accenno che uno ai Gaucci ed alla loro triste vicenda, il clima è festoso, non c'è spazio per loro.
Subito dopo il concerto dei venexiani, Mimmo, il fondatore e leader storico dell'Armata Rossa prende la parola per affermare l'esigenza di serate di questo tipo e ringraziare anche il gruppo degli Ingrifati per il rapporto di amicizia fraterna che lega a doppio filo i due gruppi.
Chiusura di serata con la reggae dancehall, ed era da un pò che a Perugia non ce n'erano di così alta qualità (se si eccettua David Rodigan da Londra due sabati fa).

Anonimo ha detto...

Grande grifomaniaco, concordo pienamente; anche secondo me è stata una gran bella serata, tantissima gente, bella musica, buone vibrazioni.
Dai che piano piano torniamo ai livelli di un paio di anni fa. E venerdì ci stanno al Red House (ed anche in questo caso è un ingrifato il promoter)i Villa Ada Posse accompagnati da Shotta P, Gildo e Bashfire!!
Cmq suonare ieri sera dopo i concerti e il discorso di Mimmo è stato veramente un piacere, sarei andato avanti fino al giorno dopo...
B.W.S.

Anonimo ha detto...

Io ricordo un paio di feste dell' Armata dei tempi che furono... una del 1988 (decennale) e una cinque anni dopo a Castiglion Fosco (se non vado errato) in cui fu presente anche il gauccione!!!

Ho una foto compromettentissima che mi ritrae con il panzone maledetto, che mi vedo costretto a divorare nei prossimi giorni al fine di cancellare ogni prova di connivenza ...!
;-)

PS: naturalmente potevi utilizzare la foto di Lupalberto, scusa se ho letto con largo ritardo il tuo messaggio ma sono stato fuori per alcuni giorni.

Ciao!
GrifOvunque

100tek ha detto...

Grazie GrifOvunque, e graze anche al mitico Lupalberto!
quanto alla tua foto con il panzone ti consiglio di tenerla bene a vista quale monito per gl attuali e futuri presidenti del Perugia: è così che non si dovranno atteggiare e comportare!

Posta un commento

Ultimi post