Il Grifo del Cuccu

E' un Perugia combattivo, allenato da un grande motivatore; il gruppo, capace di vincere due trasferte consecutive, ha raggiunto con il pareggio contro la diretta avversaria Salernitana un filotto di ben 8 risultati utili. Non ammazzeranno il campionato nemmeno stavolta i Grifoni, ma sono lassù, tra le prime quattro, a dire la loro fin nelle prime battute del torneo. Il team biancorosso è determinato a non deludere ed a badare al sodo, al concreto ed alla scaltrezza così come vuole Antonello Cuccureddu.

Non ci sono ancora titolari definiti, eroi o gregari, ma si può dire che il Perugia si sta concretizzando attorno ad alcuni punti saldi. Uno è il portiere, Puggioni è un numero 1 completo e di grande garanzia per la difesa, protagonista nella buona (vedi il rigore parato a Pescara) e nella cattiva sorte (il gol di Di Napoli). La retroguardia appare poi solida con De Martis e Taurino a fare da corazzieri. Una quasi inesauribile fonte di gioco è Antonio Rizzo, che sulla fascia destra è un po' l'arma speciale del Grifo, un giocatore che conosciamo perché in biancorosso ormai da tre stagioni, ma che forse solo adesso si sta esprimendo al massimo delle sue possibilità. In mezzo la novità è Enrico Amore, con il capitano Andrea Bernini come sempre garanzia di impegno e dedizione. Catinali e Loris Delnevo sono l'uno estroso e fantasioso e l'altro costante e poliedrico jolly di centrocampo. Davanti la coppia d'attacco è costituita da Fabio Mazzeo e Gianni Califano, ma mentre il primo già lo conosciamo, è impressionante la capacità d'adattamento del 36enne: il Califfo ha più fame di gol di un esordiente!

0 commenti:

Posta un commento

Ultimi post