Si vince, ma ancora non basta

Il Perugia fa il suo dovere battendo per 2-0 il Manfredonia, ma non essendoci passi falsi delle altre pretendenti ai play off la situazione in classifica rimane invariata, e la prossima partita in calendario è il derby contro la Ternana.
Tra le novità della gara di oggi il rientro di Samuele Accursi, che ha indossato la fascia di capitano in assenza di Bernini.
In tribuna a tifare per i Grifoni c'era il tecnico Walter Novellino - sposato con una perugina - forse venuto anche ad osservare da vicino per conto della sua Sampdoria il giovane attaccante del Perugia Mirko Guadalupi.

Nessuno striscione oggi presente allo stadio, giovedì era stata data l'autorizzazione per gli stendardi ma in mattinata è arrivato il contrordine... 10 minuti di sciopero della Curva Nord contro queste disposizioni francamente sempre più stringenti ed inutili, a fronte dei problemi concreti che attenagliano il calcio italiano, preso a schiaffi da una commissione che non lo ha giudicato idoneo ad ospitare il torneo europeo del 2012 - forse l'eco di A.S. Roma - Manchester Un. ha influito nella decisione finale.

Al 7' di gioco arriva il vantaggio con il gol di Guadalupi, che scaglia un tiro non fortissimo ma preciso dalla tre quarti dopo un errore in disimpegno della difesa pugliese. Al 32' rispondono i sipontini colpendo il palo alla destra di Pinzan. Al 35' c'è il primo di una serie di interventi discutibili della direzione arbitrale: cartellino giallo per Guadalupi per fallo di simulazione in area di rigore, il grifone si era portato avanti nell'area avversaria ma la sua caduta viene giudicata volontaria. Salterà il derby con la Ternana.
Sul finire del primo tempo si mette in luce Pellecchia, sempre più fonte di gioco per questo Perugia: nel primo caso serve Rubino che è in posizione leggermente arretrata, nel secondo si destreggia tra 3 avversari e serve Beati. Al 43' di nuovo in azione Guadalupi, serve Rubino che si vede uscire una bella conclusione da fuori area. Si chiude il primo tempo con il Perugia in netto predominio.
All'inizio del secondo tempo Antonio Rizzo viene ammonito per simulazione in area di rigore avversaria. Per la seconda volta non solo viene negato un rigore al Perugia ma viene anche sanzionata la simulazione. Gli arbitri di questa C1 magari non sono in malafede ma sono proprio scarsi. A Ravenna un arbitro ed un guardalinee non hanno visto la palese posizione di fuorigioco di 3 giocatori del Ravenna nel primo gol dei ravennati, contribuendo alla sconfitta del Perugia contro una formazione, quella ravennate, che ha dimostrato di meritare i 3 punti, ma che magari avrebbe potuto ottenere benissimo senza agevolazioni arbitrali. Dopo pochi minuti arriva anche l'ammonizione di Baldini, in diffida e quindi costretto a saltare la gara di Terni. Qualche minuto dopo nel frattempo il Taranto si porta in vantaggio contro la Salernitana, riscavalcando il classifica il Perugia.
Al 38' il Perugia raddoppia con Rubino. L'azione nasce da una cavalcata sulla fascia destra di Ciro Ginestra, che rubata palla agli avversari la mette in mezzo dalla destra per Rubino che inesorabilmente insacca e migliora il proprio ruolino di marcatura, denotando un ottimo stato di forma, del quale l'attaccante barese gode da diverse giornate.
Sul finire dei 90' arriva pure la notizia del vantaggio del Foggia sulla Ternana. Questo risultato, insieme a quello di Salerno, era prevedibile, ma di fatto il Perugia torna dopo 80 minuti dal proprio vantaggio, fuori dai play off.
Prima del fischio finale c'è tempo per un'altra ammonizione, stavolta per Mocarelli. Si tratta del quinto cartellino giallo per i grifoni (ammonito pure Ginestra in precedenza per proteste), mi viene da pensare che sono un pò troppi in una gara così corretta, complicata solo dall'ìncapacità dei direttori di gara.

Il Presidente del Perugia Silvestrini si dice deluso per questi arbitraggi, ma non vuole pensare che ci sia un disegno che vuole fuori il Perugia. E dà una stoccata alle nuove leggi anti tifo:"Se a Terni si gioca a porte chiuse dò le mie dimissioni da presidente". Il presidente si dice solidale con i tifosi, senza nulla eccepire a Questure e Prefetture che applicano le leggi, ma si sente in diritto di criticare tali leggi, secondo molti contro i diritti dei cittadini. Eh sì, c'è pure il rischio che una partita importante come Ternana - Perugia venga disputata a porte chiuse... I tifosi del Perugia non ci pensano nemmeno e già organizzano la trasferta.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao grande bel blog...forza grifo...crediamociiiiiiiii

http://blog.mrwebmaster.it/dani

100tek ha detto...

grazie, ciao!

Forza Perugia!

Posta un commento

Ultimi post